Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Le sorprese dell'amarena
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Sono ricche di vitamine e sali minerali, diuretiche e benefiche per l’apparato vascolare, oltre a ridurre crampi e dolori muscolari
Difficile confondere l’amarena con la ciliegia, nonostante la forte somiglianza. La prima caratteristica visiva che la contraddistingue è il picciolo più piccolo, ma poi sono le peculiarità organolettiche a differenziare i due frutti.

Quelli dell’amarena trovano largo uso in cucina dove vengono impiegati per la preparazione di sciroppi, marmellate, frutta candita e liquori come il “vino di visciole”, oltre che in gelati e dolci.

Le amarene sono anche piccoli scrigni di vitamina C e B, ma questa dote non è la sola che possono vantare dal punto di vista salutistico. Hanno infatti buone proprietà diuretiche e sono considerate un sedativo delle vie urinarie, tanto che in fitoterapia sono utilizzate come un medicinale naturale per la cistite.

Tra le caratteristiche interessanti per l’organismo c’è anche la ricchezza di sostanze antiossidanti che fa delle amarene tanti piccoli “soldatini” nemici dei radicali liberi, capaci tra l’altro di ridurre il livello di colesterolo e di glucosio nel sangue.

Notevole il corredo di minerali come fosforo, magnesio, ferro, calcio, potassio, ai quali si somma la presenza di bioflavonoidi, che sono in grado di prevenire i disturbi vascolari riducendo il rischio di trombosi.

Una notizia interessante anche per gli sportivi: le amarene placano la formazione di crampi muscolari e possono ridurre l’incremento dell’acido lattico legato a sforzi muscolari intensi.


Cenni storici e curiosità

L'Amareno proviene dal Medio Oriente: si dice l’abbia portato in Italia il generale romano Lucullo, conosciuto per la sfarzosità dei suoi banchetti. Tra i tanti prodotti che si producono con i suoi frutti, la confettura di amarene ha origini che si possono far risalire almeno al Rinascimento, come documenta una ricca bibliografia. Ne è un esempio lo scritto del 1662 L’arte di ben cucinare et istruire, di Bartolomeo Stefani, nel quale è citata una ricetta per la preparazione di una confettura di ciliegie acide. Più tardi, a fine Ottocento, il famoso Pellegrino Artusi diede indicazioni nel suo ricettario su come ottenere la tipica crostata con confettura di amarene che, grazie al loro sapore “brusco”, conferiscono a questo dolce una connotazione unica.

La ricetta: Amarene sciroppate

Ingredienti:
1 kg di amarene, 1 kg di zucchero

Preparazione:
Togliere il gambo delle amarene e lavarle sotto acqua corrente; asciugarle delicatamente e metterle in appositi vasetti, evitando di lasciare spazi tra i frutti. Aggiungere poi abbondanti dosi di zucchero e richiudere ermeticamente con il tappo. Sistemare i vasetti al sole e far macerare il tutto per 40 giorni, in modo che si formi un composto simile allo sciroppo. Muovere i vasetti di tanto in tanto e capovolgerli per avere una macerazione uniforme. Trascorsi i 40 giorni, le amarene sono pronte.
cerca
 

Viaggi

HOTEL CARAVEL 4*
da 45 Euro
HELVETIA 3*
da 109 Euro
HOTEL LA QUIETE 3*
da 115 Euro
HOTEL MENARDI 3*
da 85 Euro
 

Convenzioni

Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
   
registrati su naturale club