Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Un pieno di proteine senza glutine
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Questo è il regalo più prezioso della quinoa, “falso cereale” di origine andina i cui piccoli semi sono altamente nutrienti
Da noi è ancora poco conosciuta ma meriterebbe maggior fortuna in nome delle sue interessanti caratteristiche. Stiamo parlando della quinoa, pianta erbacea annuale, rustica e poco esigente, imparentata con gli spinaci e la barbabietola, di cui in natura esistono almeno cento varietà, tutte accomunate da un alto potere nutritivo e da un gusto che richiama quello delle noci.

La sua patria è in Sud America, e più precisamente sulle Ande dove, ancora oggi, costituisce l’alimento base per le popolazioni locali grazie al suo ottimo apporto proteico di origine vegetale.

Non a caso, gli Inca chiamavano la quinoa “chisiya mama” che in lingua quechua vuol dire “madre di tutti i semi”, e la pianta era utilizzata anche ai tempi degli Aztechi.

Si tratta di un alimento straordinario, che nei suoi piccoli semi, minuscoli come quelli del miglio ma più schiacciati, contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un piccolo scrigno di grassi in prevalenza insaturi.

Totalmente assente è invece il glutine, una caratteristica che rende la quinoa particolarmente adatta per i celiaci e per chi soffre di intolleranze nei confronti dei derivati del frumento.

I semi di quinoa sono costituiti per circa il 60% da carboidrati e per l’11% da proteine di valore biologico piuttosto alto, addirittura paragonabile a quello dei formaggi.

Volendo aumentare il sapore di questo “falso cereale” che, come l’amaranto e il grano saraceno, nonostante le apparenze non appartiene alla famiglia delle Graminacee, è sufficiente tostare i suoi semi per qualche minuto prima di bollirli. Del resto la cottura è veloce, richiedendo 10-15 minuti.

La quinoa ha una resa in cucina davvero sorprendente e si presta a tantissime ricette con un inatteso effetto saziante. Per esempio, può essere utilizzata con successo per preparare zuppe e minestre o per accompagnare carne e verdure, così come per fare da ripieno a pomodori e zucchine, trasformandoli da contorno a piatto unico.


Cenni storici e curiosità

Nativa nei pendii occidentali delle Ande e oggi diffusa e apprezzata dalla popolazione del Sudamerica, che la coltiva da oltre 5000 anni, veniva considerata sacra dalla popolazione Inca. Un sacerdote offriva a Inti, il dio Sole, i semi della pianta in un vaso d’oro e durante la semina la prima quinoa veniva piantata con una pala dorata. Dalla fermentazione della quinoa si ottiene una bevanda alcolica tipica delle zone andine, la chicha. Attualmente la coltivazione della quinoa è praticata soprattutto nelle zone di origine quali Bolivia, Cile, Ecuador, Perù e sud della Colombia. Cresce sia in vista della costa cilena, sia ad altezze di 4000 metri nelle regioni andine della Bolivia.

La ricetta: Quinoa con verdure

Ingredienti:

200 g di quinoa, 125 ml di acqua o brodo vegetale, 4 cipollotti, 1 limone verde, 6 carciofini sott’olio, 12 foglie di basilico, 50 g di rucola, 4 cucchiai di olio d’oliva, sale, pepe nero.

Preparazione:
Lavare molto bene la quinoa in acqua fredda usando un colino a maglie strette, poi scolarla e asciugarla. In una padella, fare scaldare 3 cucchiai d’olio, versare la quinoa e farla tostare per 3 minuti, quindi aggiungere l’acqua o il brodo e fare bollire per 15 minuti, continuando fino a quando tutta l’acqua sarà assorbita. Nel frattempo, pulire i cipollotti e tagliarli a rondelline. Lavare il limone, togliere la scorza e tagliarla a pezzettini, spremere il succo e filtrarlo con un colino. Tagliare i carciofini in 4 spicchi e pulire le foglie di basilico, poi lavare la rucola, asciugarla, togliere i gambi e affettare le foglie sottili. A questo punto fare scaldare la quinoa in una padella con un cucchiaio d’olio, poi versarla in una ciotola e aggiungere i cipollotti, i carciofi, la scorza e il succo di limone, aggiustare di sale e pepe e mescolare bene. Dividere il composto in 4 ciotoline e aggiungere i filettini di rucola e il basilico. Servire subito, mentre la quinoa è ancora tiepida.
cerca
 

Viaggi

HOTEL PACO 3*
da 119 Euro
HOTEL CARAVEL 4*
da 45 Euro
HOTEL ADLER FAMILY & WELLNESS 4*
da 99 Euro
TOUR DELLE ISOLE EOLIE 4*
da 769 Euro
 

Convenzioni

Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
   
registrati su naturale club