Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Una susina da bere
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Dissetante, grazie alla ricchezza d’acqua, è piena di sostanze preziose e, soprattutto da secca, miracolosa per la stipsi
Prugna o susina che dir si voglia, il frutto viola o dorato a cui ci riferiamo ha una dote utilissima soprattutto quando abbiamo la necessità di recuperare i liquidi persi per un eccesso di sudorazione: è rinfrescante e ricchissimo di acqua, e non solo. La susina è infatti una piccola miniera di potassio, calcio, fosforo, con buone dosi di vitamina A, vitamina C e vitamine B1 e B2.

L’elevato contenuto di potassio, in particolare, fa della susina un alimento importante per prevenire i disturbi della pressione arteriosa, della depressione, della stanchezza e dei disordini dell’apparato digestivo.

Il calcio e il fosforo, presenti in abbondanza, svolgono invece un’azione protettiva nei confronti delle ossa, prevenendo o aiutando a combattere l’osteoporosi.

Inoltre, grazie alla presenza di fibra solubile e insolubile nel frutto, mangiare una prugna contribuisce con efficacia alla regolazione delle funzioni intestinali combattendo la stipsi.
La prugna secca, al contrario della prugna fresca, contiene fino al 60% di zuccheri (soprattutto fruttosio, ma anche glucosio) ed è perciò un frutto molto nutriente e tonico. Allo stesso tempo è anche un lassativo di millenaria tradizione e di indubbia efficacia, che agisce sui movimenti dell’intestino senza irritare la mucosa e senza causare fastidiosi effetti indesiderati.


Curiosità e cenni storici
Anche se in Italia venne introdotta nel corso del I secolo avanti Cristo, durante le guerre tra Romani, Persiani e Greci, la prugna era già nota al tempo di Plinio il Vecchio, quando si conoscevano già diverse varietà di susine. L’origine del frutto viene però collocata da molti studiosi in medio Oriente, nella regione compresa fra il Mar Nero e l’Asia Minore.

La ricetta: Marmellata di susine
Ingredienti:
3 kg di susine, 1,5 kg di zucchero

Preparazione:
Lavare e snocciolare le susine, che devono essere sane e al punto giusto di maturazione. Evitare di lavare i frutti troppe volte, e limitarsi semmai a strofinarli con un panno pulito. Mettere le susine in una pentola d'acciaio piuttosto alta, con 1 o 2 bicchieri d'acqua, e farle cuocere per 15 minuti a fuoco molto lento. Poi passarle al setaccio, unire lo zucchero e rimettere sul fuoco fino a che non si ottiene una massa addensata. Sistemare la marmellata in vasetti di vetro perfettamente puliti e a chiusura ermetica, e conservare in luogo al riparo della luce. Se la marmellata ammuffisce in superficie, eliminare la parte interessata, pulire il vasetto e coprire con alcol per liquore a 90 gradi.
cerca
 

Viaggi

HOTEL LA QUIETE 3*
da 115 Euro
RESIDENCE BORGO VERDE
da 39 Euro
LE CORTI DI MONTEPITTI 3*
da 59 Euro
HELVETIA 3*
da 109 Euro
 

Convenzioni

B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
   
registrati su naturale club