Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Se il sedano sembra una rapa
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Una varietà particolare di sedano, dalla voluminosa radice, delicata e leggera nel piatto, drenante e “antigrasso” per l’organismo
C’è sedano e sedano. Chi è abituato a tagliarne a pezzetti i gambi per insaporire il soffritto, potrebbe rimanere stupito scoprendo che ne esiste un altro tipo totalmente diverso. Si tratta del sedano rapa, una varietà particolare di sedano che – a dispetto del nome – con le rape non ha nulla a che fare.

A vederlo si distingue subito per la sua grossa radice un po’ bitorzoluta, di forma rotondeggiante, che gli ha valso il nome e che rappresenta anche la parte commestibile dell’ortaggio, coltivato prevalentemente in alcune zone dell’Italia settentrionale proprio per questa sua peculiarità.

Si può consumare crudo, come il sedano “gambo”, suo strettissimo parente, di cui ricorda il sapore pur essendo assai più delicato. Da cotto si fa anche migliore, grazie alla consistenza vellutata che acquista, diventando un delizioso purè dal gusto appena aromatico.

Quella voluminosa radice non deve stupirci: è determinata dall’appartenenza del sedano rapa (così come del sedano “normale”) alla stessa famiglia di carota e finocchio, noti per un apparato radicale croccante e consistente. Due caratteristiche, quest’ultime, che vanno ricercate anche nel sedano rapa al momento dell’acquisto: dovrà essere sodo e pesante, doti che denunciano la sua freschezza. In caso contrario, morbidezza e leggerezza della radice ci dicono che l’ortaggio potrebbe essere secco, cavo e fibroso. Quindi vecchio.

Oltre a poter vantare la sua originalità in tavola, il sedano rapa si distingue per una serie di virtù nutrizionali: innanzitutto per un valore calorico molto basso (23 kcal per 100 grammi) e una quasi totale assenza di grassi e proteine. In compenso, l’ortaggio è ottima fonte di minerali, in particolare di selenio, ed è noto per le sue capacità diuretiche e depurative, che aiutano a drenare liquidi e grassi in eccesso. Inoltre il sedano rapa stimola la funzione digestiva e la secrezione biliare, tenendo sotto controllo la pressione arteriosa e il colesterolo.

Cenni storici e curiosità
Oriente e occidente hanno una visione opposta del sedano. Nella nostra medicina popolare viene infatti considerato un afrodisiaco, mentre la medicina cinese gli attribuisce un effetto sedativo e raccomanda di non abusarne, per non reprimere la libido e la produzione di sperma.

La ricetta: Vellutata di sedano rapa
Ingredienti:
500 g di sedano rapa, 2 litri d’acqua, 1 scalogno, olio extravergine d’oliva, 2 dadi vegetali senza glutammato, prezzemolo, pepe.

Preparazione:

Pelare il sedano rapa (conviene tagliarlo a spicchi e poi con un coltello eliminare la parte esterna). Tagliarlo a cubetti e farlo appassire in una pentola, con un po’ d’olio e lo scalogno tagliato a fettine. Far rosolare per circa 15-20 minuti. Quindi coprire lo scalogno e il sedano rapa con 2 litri di acqua e portare a bollore. Insaporire con 2 dadi vegetali e continuare la cottura per circa 1 ora a fiamma molto bassa. Frullare il tutto con un frullatore a immersione. Servire la vellutata calda con una spolverata di pepe e un po’ di prezzemolo.
cerca
 

Viaggi

RESIDENCE ALASKA 2*
da 39 Euro
HOTEL AL SOLE BEAUTY & VITAL 4*
da 115 Euro
POGGIO ALL' AGNELLO RESORT 3*
da 49 Euro
RESIDENCE SPORTING CLUB RESIDENCE 3*
da 79 Euro
 

Convenzioni

Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
   
registrati su naturale club