Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
More colte e mangiate
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Invitanti in tutti i boschi e nelle campagne, sono ricchissime di antiossidanti e vitamine. Ma vanno mangiate subito
Quando arriva l’estate, tutti abbiamo dato almeno una volta la caccia alle more di rovo, cogliendole dai cespugli spinosi diffusi nei boschi o lungo i bordi delle strade. In tutta Europa, infatti, i piccoli frutti neri o rossi crescono spontanei nelle campagne e negli incolti.

Le more di gelso, che appartengono alla stessa famiglia, pendono invece invitanti dagli alberi che un tempo venivano ampiamente coltivati per dare il nutrimento primario al baco da seta, ghiotto delle sue foglie; oggi è più difficile trovarli, anche se, grazie alla bellezza e alla maestosità di questa pianta dalla chioma espansa ed elegante, il gelso è stata riscoperto a scopo puramente ornamentale.

Le more ci segnalano di essere mature, pronte da cogliere, quando assumono un colore nerastro lucido, ma una volta staccate dal rovo dobbiamo mangiarle subito se vogliamo attingere alla loro bontà e alle sostanze benefiche che contengono.

Come tutti gli altri frutti di bosco, sono prodighe di sostanze con proprietà antiossidanti che aiutano il nostro organismo a combattere i famigerati radicali liberi, colpevoli di accelerare l’invecchiamento cellulare. Nel piccolo frutto scuro c’è infatti una riserva di vitamina A, B9 e C, acidi organici (citrico, malico, tartarico), sali minerali tra cui calcio, potassio, manganese, fibre come le pectine (utili per dare una mano all’intestino) e pigmenti della famiglia degli antociani.

E se “una tira l’altra”, possiamo farci tentare dall’invito della mora anche con poca moderazione visto che è ipocalorica (solo 36 kcal per 100 g), come tutti i frutti di bosco, ed è caratterizzata da un buon indice di sazietà. Inoltre, tra le sue doti spiccano proprietà depurative, diuretiche, antireumatiche e dissetanti, senza contare che mangiando more aiutiamo l’organismo a combattere le malattie cardiovascolari, mantenendo pulite ed elastiche le arterie.

Se vogliamo farne scorta, consideriamo però che possono restare in frigo per pochissimo tempo.

Cenni storici e curiosità
Al rovo sono legate molte valenze simboliche. Pianta impenetrabile e di difesa per eccellenza, è protagonista di numerosissime leggende e tra i Romani era ritenuta pianta sacra a Saturno. È anche simbolo molto presente nella tradizione templare, che si richiama alle spine con cui fu coronato il Cristo.

La ricetta: Crostata con le more
Ingredienti:

1 foglio di pasta frolla, crema pasticciera, 1 kg circa di more, 200 g di marmellata di more, il succo di 1/2 limone, burro (per lo stampo).
Preparazione:
Preparare la pasta frolla, tirarla con il matterello e foderare una teglia rotonda imburrata, facendo risalire un po’ la pasta sul bordo. Bucherellare il fondo con la forchetta per evitarne il rigonfiamento. Versare la crema pasticciera nella tortiera e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 35-40 minuti. Intanto mettere da parte una quantità di more intere sufficienti a ricoprire e decorare la crostata e frullare le altre. Amalgamare al frullato la marmellata di more diluendola, se occorre, con pochissima acqua tiepida e succo di limone, avendo cura di ottenere un composto piuttosto denso. Togliere la crostata dal forno e lasciarla raffreddare, quindi ricoprire la superficie la torta col frullato di more. Infine guarnire con le more intere lasciate da parte.
cerca
 

Viaggi

HOTEL VESPERA 4*
da 149 Euro
AGRITURISMO DEI GRIPPI
da 89 Euro
HOTEL CALA DELLA TORRE 4*
da 279 Euro
HOTEL PACO 3*
da 119 Euro
 

Convenzioni

Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
   
registrati su naturale club