Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Avocado: l’oliva dei Sudamericani
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Frutta, verdura o grasso? L’avocado fa parte di tutte e tre le categorie allo stesso tempo, caratteristica unica per un alimento.
L’aspetto più interessante dal punto di vista nutrizionale è la sua ricchezza di grassi insaturi e di Omega 3, che varia dal 10 al 30 per cento del totale a seconda del tipo di avocado: questo “frutto”, insomma, ha per i sudamericani lo stesso valore che l’oliva riveste per i popoli mediterranei.

Portandolo nel piatto, si regala all’organismo una quantità benefica di acido grasso linoleico, un grasso che regola la produzione di colesterolo “buono” (HDL) limitando invece il deposito di quello “cattivo” (LDL) sulle pareti di vasi e arterie. In parole povere, mangiando l’avocado diamo una mano al nostro corpo nella lotta quotidiana contro l’arteriosclerosi facendo anche gli interessi del cuore.

La presenza di tante sostanze antiossidanti, che lavorano contro i cosiddetti radicali liberi, è un altro elemento che depone a favore dell’avocado in tavola. In particolare, fitonutrienti e vitamine in quantità straordinaria: come la vitamina A (nell’avocado ce n’è una dose pari a 7 volte quella contenuta nell’ananas) e la vitamina E, tra i più potenti antiossidanti a sostegno dell’elasticità della pelle, capace di mantenerla giovane più a lungo.

Tra le vitamine gioca un ruolo importante anche la D, che favorisce l’assorbimento di calcio e fosforo a tutto vantaggio di ossa e denti più sani, mentre la capacità di rallentare l’assorbimento del glucosio a livello intestinale, dote che l’avocado ha rivelato di recente ai ricercatori, ne fa un alimento prezioso per chi ha problemi di glicemia.

Ma per quanto siano “buoni”, non va sottovalutato che l’avocado è in gran parte composto da grassi piuttosto energetici. In altre parole, 100 grammi di avocado corrispondono a 230 Kcal, pari a circa 6 mele o 7 arance. Per approfittare delle sue virtù, dunque, è indispensabile usarlo in maniera corretta, per esempio come “condimento”, alla maniera sudamericana: aggiungiamo allora al massimo l’ottava parte di un frutto, tagliato a pezzi, nell’insalata, senza mettere olio. Effetti benefici garantiti con un occhio di riguardo anche per la dieta.


Cenni storici e curiosità
Oggi i principali produttori di Avocado sono, oltre ai paesi Sudamericani, gli Stati Uniti, il Sudafrica, Israele e la Spagna, ma l’avocado (aguacate in spagnolo) fu scoperto per la prima volta durante le esplorazioni dell’America Centrale, nelle zone oggi conosciute come Messico e Guatemala. Infatti, prima dell’arrivo dei conquistadores spagnoli nel Nuovo Continente, il frutto faceva già parte dell’alimentazione degli indigeni Aztechi e Maya.


La ricetta: Antipasto con avocado
Ingredienti per 4 persone:
2 avocado, 1 pompelmo, 1 arancia, sale, un cucchiaio di olio d’oliva

Preparazione:
Pelare al vivo il pompelmo e l'arancia e tagliarli a spicchi eliminando la pellicina anche da questi. Tagliare gli avocado per il lungo ed eliminare i noccioli, sbucciarli e affettarli finemente. In una terrina mescolare le fettine di agrumi e di avocado, condire con sale e poco olio.
cerca
 

Viaggi

RESIDENCE BORGO VERDE
da 39 Euro
TOUR DELLE ISOLE EOLIE 4*
da 515 Euro
RELAIS CLUB RESIDENCE 3*
da 49 Euro
HOTEL ALPINE MUGON 4*
da 139 Euro
 

Convenzioni

Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
   
registrati su naturale club