Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
Le pesche croccanti che sanno d’estate
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Le nettarine, che chiamiamo anche pesche noci, ci offrono un’invitante riserva di liquidi dissetanti per tutta la bella stagione
Piacevolmente croccanti, dolci al punto giusto e soprattutto dissetanti. Tra tutte le pesche, le nettarine sono quelle che più ci parlano d’estate e di freschezza nei mesi in cui la temperatura si alza e l’organismo ha costante bisogno di reintegrare i liquidi perduti col sudore.

A dire il vero, noi italiani amiamo tanto le pesche con la buccia vellutata quanto quelle che chiamiamo “noci” (le nettarine, appunto) per via della pelle liscia e lucida che le caratterizza e che invita a mangiarle così come sono, senza togliere nulla.

Ci piacciono molto le bianche – più profumate e aromatiche – come le gialle, tanto che ne consumiamo in media 4 chili a testa all’anno a partire da giugno, quando vengono pronte le prime varietà precoci, fino a settembre, il mese che chiude la stagione con le ultime pesche tardive.

Oltre ad appagare il nostro desiderio di placare la sete estiva, la nettarina è capace di regalarci anche buone proprietà nutritive ed energetiche, grazie al suo contenuto di zuccheri tipici della frutta.

Inoltre, svolge un’importante azione diuretica disintossicante e contribuisce a regolare le funzioni intestinali per via della ricchezza di fibre.

La pastosa polpa della pesca è prezioso ingrediente anche per la cosmesi naturale, che vi ricorre per preparare maschere rinfrescanti per la pelle del viso.

In cucina, invece, le pesche – e le nettarine in particolare – sono tra i frutti preferiti di chi si diletta nella preparazione di marmellate, gelatine, succhi e gelati, ai quali conferisce un gusto e un profumo impagabile, capace di conservare l’estate ancora a lungo, per molti mesi a venire.


Cenni storici e curiosità

Coltivato in Cina da oltre 5000 anni, il pesco (Prunus persica vulgaris) si diffuse poi in Siria, Persia (da cui prese il nome) e Grecia, dov’era già conosciuto nel IV secolo avanti Cristo. In Italia questa coltura arrivò nel I secolo avanti Cristo, mentre in America fu introdotta dai colonizzatori spagnoli approdati nel Nuovo Continente al seguito di Cristoforo Colombo.

La ricetta: Nettarine ripiene

Ingredienti:


8 pesche nettarine, 6 biscotti savoiardi, 2 cucchiai di uvetta, 2 uova, poco brandy, vino bianco, burro, zucchero.

Preparazione:

Lavare le nettarine, dividerle a metà ed eliminare il nocciolo. Con un cucchiaio, estrarre un po’ di polpa dall’incavo dei frutti e, in una ciotolina, preparare un ripieno con i savoiardi sbriciolati, l’uvetta spruzzata di brandy, i tuorli delle uova. Amalgamare bene il tutto e mettere il composto ottenuto nell’incavo delle nettarine, quindi disporre i frutti in una pirofila imburrata. Aggiungere, su ogni nettarina ripiena, un fiocchetto di burro e un cucchiaio di zucchero. Versare nella pirofila un bicchiere di vino bianco secco e cuocere in forno a 200 gradi per circa mezz’ora. Lasciare intiepidire e servire.
cerca
 

Viaggi

PUGNOCHIUSO RESORT - HOTEL DEL FARO 4*
da 439 Euro
HOTEL IL BAMBOLO 3*
da 85 Euro
RESIDENCE BORGO VERDE
da 39 Euro
TOUR DELLE ISOLE EOLIE 3*
da 719 Euro
 

Convenzioni

Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
   
registrati su naturale club