Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
vai Diete
vai Beauty
Benessere
Picnic: quali cibi scegliere e perchè  
Benessere

Picnic: quali cibi scegliere e perchè

L’estate è la stagione ideale per trascorrere molto tempo all’aria aperta, optando per un picnic.
segue (...)
Benessere
Picnic: quali cibi scegliere e perchè
L’estate è la stagione ideale per trascorrere molto tempo all’aria aperta, optando per un picnic.
L’estate è la stagione ideale per trascorrere molto tempo all’aria aperta e a contatto con la natura. Anche per quanto riguarda il cibo, optando per un picnic sulla spiaggia o in montagna rispetto ad un pasto consumato al ristorante o al bar.
La parola picnic deriva dal francese “piqueniquer” e indica proprio il consumo di un pasto frugale all’aria aperta (“piquer” significa infatti pizzicare mentre “nique” indica qualcosa di poco conto).
Abbiamo chiesto alla dottoressa Sabrina Oggionni, Dietista di Humanitas Gavazzeni, alcuni consigli su quali cibi scegliere, quali evitare e sulle modalità di conservazione degli stessi quando si fa un pic nic.

Quali alimenti è meglio scegliere per un picnic?
E’ meglio scegliere alimenti semplici, piatti freddi come insalate di riso, di pasta, frittate, panini al prosciutto o insalate di verdure crude con formaggi o tonno o uova sode; oltre ad essere piatti completi sono facili da preparare e non necessitano di modalità di conservazione particolari.

Per i piatti che necessitano della cottura è sufficiente prepararli la sera prima, conservarli in frigorifero durante la notte e riporli in una borsa termica ben refrigerata per il trasporto, soprattutto nelle giornate particolarmente calde.

Se utilizziamo alimenti freschi come formaggi o prosciutti dobbiamo assicurarci che questi cibi non siano lasciati per troppo tempo all’aria aperta: una volta confezionati i panini o le insalate fresche (tipo caprese), è importante impacchettarli (pellicole o contenitori con chiusure ermetiche) e, se possibile, evitare di sottoporli a temperature elevate.

Altri alimenti tipici del pranzo all’aria aperta sono la verdura e la frutta, che andrebbero precedentemente lavate e conservate. La verdura è bene riporla in una borsa ben refrigerata e per la frutta il discorso vale per la macedonia perché senza la buccia protettiva, la polpa è più facilmente soggetta a contaminazioni ed alterazioni.

Come conservare i piatti che si preparano?

Per un picnic durante la stagione estiva è preferibile scegliere piatti freddi proprio perché di più facile conservazione: una volta tolti dal frigorifero vanno al massimo conservati nella borsa termica. La bassa temperatura aiuta a mantenere freschi gli alimenti, a rallentare la crescita dei microrganismi e a non modificarne le caratteristiche.

Se si vogliono includere anche piatti caldi, è opportuno seguire alcune regole per ottenere una corretta conservazione del prodotto ed evitare il rischio di incorrere in una tossinfezione alimentare: preparare il cibo non troppo in anticipo, la sera prima è il momento ideale se non la mattina stessa; una volta cotto è importante lasciarlo raffreddare e riporlo nel frigorifero entro due ore dalla sua cottura (se fa molto caldo anche entro un’ora); evitare di lasciare il cibo esposto all’aria aperta e quindi impacchettarlo perché alle alte temperature il calore agevola il processo di deterioramento del cibo causando rapidamente lo sviluppo di batteri.

Quali cibi evitare?
In generale si consiglia di evitare tutti quei piatti che richiedono modi e tempi di conservazione più complessi che, se non osservati, rischiano di causare la crescita di batteri o, addirittura, di intossicazioni alimentari come, ad esempio, gli alimenti che contengono prodotti freschi come panna, latte o uova.

E’ bene non inserire nel picnic carne e pesce crudo, perché sono facilmente intaccabili dai batteri.
Da non dimenticare che con le giornate calde e l’attività fisica è importante mantenere una buona idratazione bevendo acqua ma anche tè freddi e succhi naturali; bisogna invece evitare di eccedere con le bevande alcoliche che tendono a favorire la disidratazione.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club