Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
Diete
vai Beauty
vai Benessere
Il pomodoro  
Diete

Il pomodoro

Il pomodoro è un alimento fresco e leggero tipico della dieta mediterranea principe della tavola estiva
segue (...)
Diete
Il pomodoro
Il pomodoro è un alimento fresco e leggero tipico della dieta mediterranea principe della tavola estiva
Il pomodoro è un alimento fresco e leggero tipico della dieta mediterranea che, seppur coltivato tutto l’anno, è il principe della tavola in estate.
Chiediamo a Sabrina Oggionni, dietista di Humanitas Gavazzeni, quali sono le sue proprietà e quali benefici derivano dal suo consumo.

Di cosa è fatto il pomodoro?
La composizione del pomodoro può variare a seconda del grado di maturazione, della qualità nonché dalle condizioni ambientali in cui viene coltivato. Mediamente il pomodoro maturo è composto per il 94% da acqua, per il 3% da carboidrati, mentre proteine e grassi non superano rispettivamente 1% e 0,2% e la fibra arriva a circa 2 grammi.
Il pomodoro, come la verdura in generale, vanta un basso contenuto calorico, circa 20 kcal per ogni 100 grammi. Tutte le parti verdi sono tossiche, in quanto contengono solanina (sostanza prodotta dalla pianta come difesa contro funghi e insetti).

Quali sostanze nutritive contiene?
Il suo nutriente principale è l’acqua, e tra i sali minerali il potassio è quello presente in quantità discrete.
Nonostante il pomodoro non ne abbia un elevato contenuto, sono molto importanti come fonte di vitamina C, folati e pro-vitamina A (beta carotene).

Quali benefici apporta il consumo di pomodoro?
La caratteristica più importante del pomodoro è rappresentata dal Licopene, un pigmento rosso che possiede una spiccata azione antiossidante capace di contrastare i radicali liberi e di proteggere l’organismo da alcune forme tumorali (il suo alto tasso nel sangue viene associato a una bassa incidenza di cancro alla prostata). E’ l’unico alimento che ne contiene elevate quantità soprattutto quando è più maturo. La cottura del pomodoro, trasformandolo in sugo o salsa, permette di indebolire la struttura di fibre di cellulosa aumentando la biodisponibilità del licopene e, quindi, lo rende più facilmente assorbibile e utilizzabile dall’organismo.

Il consumo abituale di pomodori facilita la digestione dei cibi ricchi di amidi come pasta, riso e patate. Per chi ha problemi di digestione lenta o scarsa acidità gastrica, il consumo di pomodori può contribuire a migliorare i livelli di acidità grazie alla presenza di acido malico, arabico e lattico.
Al contrario ne è sconsigliato l’eccessivo consumo a coloro che soffrono di gastrite o ulcera e che hanno, quindi, un elevato livello di acidità gastrica.

Come deve essere consumato il pomodoro per poterne trarre il massimo beneficio?
Il pomodoro è un alimento versatile perché può essere consumato in diversi modi: crudo, cotto in pentola, alla griglia oppure lavorato ottenendo salse, succhi o centrifugati. Ogni sostanza nutritiva reagisce diversamente a seconda del trattamento che utilizziamo; ad esempio, la vitamina C si perde con la cottura mentre il licopene diventa più biodisponibile ed è presente anche nei succhi, nelle passate e persino nel ketchup.
E’ importante invece evitare di consumare pomodori poco maturi, con molte parti quindi ancora verdi: queste contengono in quantità variabili la solanina, che se assunta in grosse quantità può diventare tossica per l’ organismo.

Lo consiglia nella dieta estiva?
Decisamente. E’ un alimento leggero e grazie all’elevata quantità di acqua risulta rinfrescante, adatto ai periodi più caldi come quello estivo, da utilizzare come insalata o nella composizione di piatti freddi.
Inoltre il suo contenuto di antiossidanti aiuta a combattere i radicali liberi e a ridurre i danni della pelle causati dall’esposizione ai raggi solari.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club