Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
Diete
vai Beauty
vai Benessere
Il lato amaro delle verdure  
Diete

Il lato amaro delle verdure

Se vi piace il gusto amarognolo nelle verdure, l’inverno è la stagione ideale per assaporarlo
segue (...)
Diete
Il lato amaro delle verdure
Se vi piace il gusto amarognolo nelle verdure, l’inverno è la stagione ideale per assaporarlo
Se vi piace il gusto amarognolo nelle verdure, l’inverno è la stagione ideale per assaporarlo dato che diversi sono gli alimenti che lo posseggono. Parliamo di carciofi, cardi, tupinambur, radicchio ma anche rucola e indivia diffuse però anche nelle altre stagioni.

Abbiamo chiesto alla dottoressa Sabrina Oggionni, dietista di Humanitas Gavazzeni, di darci qualche informazione in più su queste verdure in termini di proprietà e calorie.

Carciofo
Appartiene alla famiglia delle composite e se ne mangia la parte interna del fiore e del gambo. Contiene la cinarina che gli fornisce il caratteristico sapore amaro. E’ ricco di fibre (una buona porzione da circa 200 grammi fornisce almeno 10 grammi di fibra), ed è fonte di vitamina B9. Dal punto di vista calorico, la porzione da 200 grammi fornisce 44 kCal.

Cardo
“Papà” del carciofo, del cardo si consuma il fusto che può essere con o senza spine. Rispetto al carciofo è molto meno fibroso e ha la metà delle calorie (10Kcal ogni 100 grammi). E’ usato nella cucina piemontese per la bagna cauda.

Indivia
Come tutte le insalate è poco calorica (16Kcal per 100 grammi) essendo composta per il 93% da acqua; ha un discreto contenuto in vitamina C, A e folati (vitamina B9). Va da se che dal punto di vista calorico di indivia se ne può mangiare a più non posso, basta evitare di eccedere con l’olio per condirla.

Radicchio
Ci sono diverse qualità di radicchio, rosso o verde,  e fanno parte della famiglia delle cicorie. Tra i più famosi ci sono il radicchio di Treviso e di Verona che possono essere più o meno amarognoli, caratteristica che stimola la digestione.
Quello rosso è più ricco di fibre ma quello verde è una fonte di ferro, calcio e vitamina C. L’apporto calorico si aggira intorno alle 13-14Kcal per 100 grammi.

Rucola
E’ un’insalata dal sapore particolare, ricca davvero di calcio (300mg/100g rispetto ai 110mg/100g contenuti nel radicchio verde), vitamina C (100 grammi ne forniscono come 200 di arancia), ed è buona fonte di ferro. 100 grammi corrispondono a 28  kCal.

Topinambur
E’ formato, come le patate, per il 78 - 79 % da acqua ma a differenza di queste il contenuto calorico è decisamente inferiore (30Kcal /100 grammi rispetto agli 85 della patata), grazie al ridotto contenuto in carboidrati. E’ molto ricco in fibra, e contiene potassio.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club