Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
Diete
vai Beauty
vai Benessere
Le relazioni tra cibo e cancro  
Diete

Le relazioni tra cibo e cancro

le sostanze fornite dalla dieta, possono influenzare diversi meccanismi del funzionamento cellulare
segue (...)
Diete
Le relazioni tra cibo e cancro
le sostanze fornite dalla dieta, possono influenzare diversi meccanismi del funzionamento cellulare
Relazioni  “pericolose” tra cibo e cancro. Se ne parla sempre di più perché sono numerosi gli studi che hanno valutato l'influenza della dieta - che significa stile di vita e comprende non solo l’alimentazione ma anche l’attività fisica e la condotta salutare (no fumo, alcool, etc) - sullo sviluppo dei tumori, arrivando alla conclusione che le migliaia di sostanze fornite dalla dieta, combinandosi tra loro, possono influenzare diversi meccanismi del funzionamento cellulare, modificando dunque le varie fasi del processo di cancerogenesi.  Ne abbiamo parlato con la dottoressa Stefania Setti, Medico Nutrizionista, responsabile del Servizio di Nutrizione Clinica e Dietetica di Humanitas Gavazzeni.

Possiamo fare prevenzione attraverso l’alimentazione?
Seguire un’alimentazione  ricca in cereali integrali, legumi e verdure in abbondanza ci permette di assumere alcuni elementi che sono protettivi nei confronti della malattia tumorale poiché contribuiscono a ridurne il rischio di insorgenza: vitamine (C,A, acido folico), sali minerali (potassio, calcio, ferro, selenio, magnesio), antiossidanti, fitoestrogeni, fibra.

Esistono alimenti che più di altri possiamo definire salutari?
Ad esempio il pomodoro che contiene licopene, potente antiossidante, o cavoli e crucifere; nel corso della masticazione di quest'ultimi, si liberano e rimescolano tra loro potenti molecole anticancro quali i glucosinolati e il sulforfano. E poi i frutti di bosco, ma anche le arance che trionfano sulle nostre tavole in questa stagione che, oltre ad apportare vitamina C, contengono diverse molecole benefiche tra cui oltre 200 tipi di polifenoli ed i terpeni che contribuiscono a bloccare la crescita delle cellule tumorali e facilitano i processi di detossificazione dell'organismo dalle sostanze cancerogene.
Di seguito alcune schede sulle proprietà di alcuni alimenti:

Aglio, cipolla, erba cipollina, porri, scalogno freschi contengono molecole con proprietà anticancro che si attivano quando vengono tagliate e masticate. Sono sostanze che hanno un potere protettivo del DNA: sono infatti in grado di bloccare la formazione delle nitrosamine, potenti alteratori dell'informazione genetica e, di conseguenza, cancerogene. Sembrano avere anche la capacità di indurre l'apoptosi  - ovvero la morte programmata delle cellule maligne -  e  interferire con la produzione di determinate proteine nelle cellule malate.
Molte spezie ed erbe aromatiche come salvia, rosmarino, basilico, menta frequentemente usate nella cucina moderna sembrano avere importanti proprietà antinfiammatorie, anticancro e antimicrobiche.

Zenzero e curcuma sono potenti antinfiammatori ed entrambi sembrano essere in grado di  facilitare l'apoptosi e la distruzione delle cellule mutate. Menta, timo, maggiorana, origano, basilico, rosmarino contengono i terpeni, molecole capaci di bloccare la funzione di alcuni oncogeni (geni che inducono la trasformazione cancerosa delle cellule)e  l'acido ursolico, anch'esso capace di bloccare la ciclossigenasi.

Il pesce, fonte di proteine nobili, contiene inoltre gli acidi grassi essenziali Omega 3, ottimi nel contribuire alla prevenzione del cancro e delle malattie cardiovascolari. Sardine, salmoni, sgombri, acciughe, tonno ne contengono ottime percentuali. Alcuni studi suggeriscono che gli Omega 3 potrebbero ridurre il rischio di cancro del seno, colon e prostata e diminuire la capacità delle cellule maligne di dar luogo a metastasi.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club