Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
Diete
vai Beauty
vai Benessere
Zafferano delle Indie  
Diete

Zafferano delle Indie

Originaria dell'Asia sud orientale e di lei parla Marco Polo nel racconto dei suoi viaggi...
segue (...)
Diete
Zafferano delle Indie
Originaria dell'Asia sud orientale e di lei parla Marco Polo nel racconto dei suoi viaggi...
La chiamano anche zafferano delle Indie per il suo intenso colore giallo; è originaria dell’Asia sud orientale e di lei parla Marco Polo nel racconto dei suoi viaggi. Parliamo della curcuma, una spezia classica nella cucina etnica indiana che si è affacciata da qualche tempo anche sulle nostre tavole. Ne parliamo con la dottoressa Sabrina Oggionni, dietista di Humanitas Gavazzeni.
 
Dottoressa Oggionni, spesso per il colore si fa confusione tra curcuma e curry. Quali sono le differenze di queste spezie?
La curcuma è un componente del curry che si ottiene dal pestaggio di diversi ingredienti, tra cui il cumino, lo zenzero e il coriandolo solo per citarne alcune.
La curcuma invece è una spezia che deriva dalla radice della Curcuma longa (appartiene anche lei alla famiglia dello zenzero), vale a dire dalla curcumina, che è il pigmento che conferisce al curry il caratteristico colore giallo.
 
Fin dall’antichità alla curcuma si associano proprietà salutistiche. La scienza medica cosa dice a proposito? 
Nella medicina tradizionale indiana, oltre all’uso in cucina per dare colore ai cibi e come conservante, la curcuma viene impiegata tradizionalmente per le sue proprietà antinfiammatorie ed epatoprotettive, oltre che per il trattamento di diversi disturbi, come la flatulenza, la dissenteria, le ulcere, l’artrite, per le infezioni della cute e dell’occhio, e come cicatrizzante. Ad oggi sono diversi gli studi in vitro e in vivo che hanno analizzato le proprietà della curcumina, ma non sono invece molti gli studi clinici che, peraltro, sono stati fatti solo su numeri piccoli di soggetti. E’ comunque dimostrata una sua azione soprattutto antinfiammatoria e antiossidante.
 
Può anche essere un alleato per combattere il sovrappeso?
Beh, una spezia non può fare molto ma nel suo piccolo può contribuire a ridurre il sale e l’ eventuale quantità di condimenti, oltre a migliorare il funzionamento di stomaco e intestino. Va invece sconsigliato l’utilizzo a chi soffre di calcoli per le sue proprietà colagoghe (stimolanti la contrazione della colecisti, sconsigliata in presenza di calcoli).
 
In cucina, come possiamo utilizzare la curcuma?
E’ perfetto per cucinare un pollo tagliato a piccoli pezzi così come l’agnello o pesci come i gamberetti; si può utilizzare per i risotti ma anche nei condimenti della pasta, per aromatizzare i formaggi freschi e nelle verdure cotte, oltre che per la preparazione di salse più o meno piccanti e speziate.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club