Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
torna su NaturaleClub
Diete e benessere
vai Diete
vai Beauty
Benessere
Cibi biologici  
Benessere

Cibi biologici

Con il termine Biologico s'intende “prodotti da agricoltura biologica", ovvero il non utilizzo di sostante chimiche.
segue (...)
Benessere
Cibi biologici
Con il termine Biologico s'intende “prodotti da agricoltura biologica", ovvero il non utilizzo di sostante chimiche.
Compaiono sempre con maggior frequenza sulle nostre tavole; piano, ma con un ritmo costante di crescita. Parliamo dei cibi biologici che sempre più acquistano fette di mercato tra i consumatori che si rivolgono oggi non più solo ai negozi specializzati ma anche alla grande distribuzione che ha allargato la sua offerta di prodotti; prodotti che le persone scelgono per il loro concetto di vicinanza alla natura e all’ecologia del vivere. Di biologico abbiamo parlato con Sabrina Oggionni, dietista di Humanitas Gavazzeni. 
 
Dottoressa Oggionni, che cosa si intende per biologico? 

Con il termine generalmente utilizzato di “biologico”, si intende l’abbreviazione della definizione di “prodotti da agricoltura biologica”. In agricoltura biologica non vengono utilizzate sostanze chimiche di sintesi e prodotti OGM né per concimare né per proteggere le coltivazioni (lungo tutto il ciclo produttivo e fino allo stoccaggio). Si utilizza invece concime naturale come letame o altre sostanze organiche, e per la difesa possono essere utilizzati insetti predatori e parassiti oltre a prodotti naturali (sia vegetali, minerali che animali), autorizzati dal regolamento CE. Per gli allevamenti devono essere garantiti il rispetto e il benessere degli animali nutriti con prodotti vegetali coltivati con il metodo biologico.
 
E’ quindi un alimento più sicuro per la nostra salute?

Diciamo che è privo di residui di pesticidi e additivi chimici e rispetta, come tutti gli altri alimenti, la legislazione europea generale sugli alimenti. I produttori per avere la certificazione del biologico, devono rispettare la legislazione in materia e, in seguito, sono soggetti a controlli da parte di alcuni organismi riconosciuti dalla UE; questo può risultare una maggiore garanzia per il consumatore.
 
L’alimento biologico ha maggiori proprietà nutritive di un alimento non biologico?

Da quando il biologico ha acquisito sempre più nicchie di mercato, anche perché segno di un modo di vivere più rispettoso dell’ambiente e degli animali, diversi istituti hanno iniziato ad analizzare gli alimenti biologici e a confrontarli con gli alimenti dell’agricoltura e dell’allevamento tradizionale. Ad oggi pare non ci siano differenze scientificamente significative tra i due tipi di produzione dal punto di vista nutrizionale. Bisogna tener presente che le caratteristiche nutrizionali non dipendono solo dal metodo di cottura ma anche dalla varietà della coltura, dall’ambiente (aria, acqua clima e terreno), fino ai metodi e tempi di raccolta e stoccaggio.
 
Come riconosciamo la qualità di un prodotto biologico?

Da un marchio europeo che esiste dal 2010 e che garantisce che quello specifico  prodotto aderisce alle regole della produzione biologica degli stati membri; esistono poi  marchi delle aziende produttrici certificate e marchi dei singoli paese europei. Inoltre questa tipologia di alimenti non è autocertificata dai produttori ma è soggetta a un sistema di controllo che ha regole comuni in tutta Europa e, nel nostro Paese, viene effettuato da organismi riconosciuti a livello nazionale dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Conosci gli esperti di Humanitas ›
   
registrati su naturale club