Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
 
chicchi zuccherini a tutta salute
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

La stagione migliore per l’uva inizia a fine agosto e si protrae per tutto l’autunno.
Bianca o rossa dal punto di vista nutrizionale non presenta differenze sostanziali, se non per il contenuto di flavonoidi, gli antiossidanti che fungono da pigmenti. 100 g di uva forniscono 70 kcal di cui la gran parte deriva dall’elevato contenuto di zuccheri semplici (18 g), proteine e grassi sono presenti in quantità trascurabili mentre contiene buone quantità di calcio, fosforo e potassio insieme a vitamina A, vitamina C e gruppo B.
In termini di porzione, più pratici da trattare dei grammi, possiamo dire che una tazza media di uva contiene mediamente 150 g di acini e corrisponde a 104 kcal.
Per intenderci la stessa porzione (150 g) di arance, prugne o albicocche fornisce 70 kcal! Purtroppo però l’apporto calorico dell’uva è inversamente proporzionale al suo potere saziante ecco perché, al di là delle calorie che fornisce, è preferibile evitarla nelle diete ipocaloriche.
Personalmente sconsiglio come dieta dimagrante la famosa dieta dell’uva (ampeloterapia da ampelos = vite) soprattutto se protratta troppo a lungo.
Il rischio è introdurre paradossalmente più calorie di una dieta che comprende tutti gli alimenti: 1 kg di uva contiene 700 kcal (come una pizza!!) esclusivamente derivati dagli zuccheri ed essendo l’unico alimento consumato, per saziarsi, si arriva facilmente ai 2-3 kg al giorno, fatti i debiti conti le calorie sono tutt’altro che IPO.
Non bisogna scartare nulla dell’acino perché nella buccia è contenuta una sostanza molto preziosa, il resveratrolo dalle proprietà antinvecchiamento, anticancerogene, antinfiammatorie e antiossidanti.
Partendo da una revisione delle numerose ricerche fatte su questa sostanza, è stato condotto uno studio dall’University of Florida in collaborazione con altre università americane descritto in un articolo pubblicato sulla rivista Molecular Nutrition and Food Research.
I risultati dello studio hanno confermato tutto il potenziale per migliorare la salute e prevenire le malattie croniche anche se i ricercatori ammettono che sono necessari ulteriori studi sull’uomo in quanto le variabili da correlare sono moltissime fra le tante dosaggio della sostanza, età, esercizio fisico, genetica, interazione farmacologica, metabolismo.
In attesa di saperne qualcosa di più per il momento ci accontentiamo di consumare vino e uva regolarmente ma con grande moderazione.
vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL MENARDI 3*
da 85 Euro
HOTEL RESORT VERONZA 3*
da 69 Euro
HOTEL VESPERA 4*
da 149 Euro
RESIDENCE VERDE PINETA 3*
da 17 Euro
 

Convenzioni

Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
   
registrati su naturale club