Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Rivoluzione: un orto in balcone!
Natura
Ecologia
Rivoluzione: un orto in balcone!
Godere del piacere di un piccolo orto privato non è più un privilegio bucolico, ma, con qualche piccolo trucchetto, un’esperienza da condividere anche sul balcone di casa.
Sponsor del mese
 
Rivoluzione: un orto in balcone!
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Fare l’arrosto a cena e avere il rosmarino fresco a portata di mano. Servire una caprese con il profumo di basilico fresco, appena raccolto. Preparare una invitante coppa di fragole, scegliendo subito le più mature.
Niente paura: non stiamo consigliandovi di trasferirvi in campagna o al reparto ortofrutta di un nostro supermercato!
Godere del piacere di un piccolo orto privato non è più un privilegio bucolico, ma, con qualche piccolo trucchetto, un’esperienza da condividere anche sul balcone di casa.
Se siete alla vostra prima esperienza di orto biologico da balcone, ecco alcuni ortaggi che non rischierete di stroncare sul colpo troppo: oltre alle solite erbe aromatiche come basilico, prezzemolo, rosmarino e salvia, anche carote, lattuga, aglio e ravanelli fanno al caso vostro.
Partiamo dai vasi: i migliori per traspirazione e freschezza sono in terracotta, anche se più pesanti da spostare rispetto ai nuovi materiali in plastica.
Potete unire diverse qualità di piante in un unico vaso, tenendo conto dell'ingombro di ognuna.
I vasi devono sempre essere abbastanza profondi soprattutto per pomodori e zucchine che hanno un elevato sviluppo fogliare. Sceglieteli con una profondità di 50 cm. Ottime anche le cassette per la frutta, foderate con un sacchetto di plastica e riempite di terriccio.
Qualsiasi vaso va preparato con argilla o ghiaietto sul fondo. Al terriccio universale è bene aggiungere un po' di sabbia (10%), perché gli ortaggi non amano un substrato che trattenga troppa acqua sul fondo.
Procuratevi dei dischi per semina in torba compressa, se volte partire dal seme e non comprate la piantina.
Vi basterà innaffiare i dischi, per vederli ingrandire di circa 6 volte in volume, fino a raggiungere una consistenza ideale per la germinazione.
Innaffiate frequentemente, ma mai troppo e in relazione allo sviluppo della pianta e al clima. Se mancano le piogge, infatti, è necessario irrigare tutti i giorni, preferendo il mattino molto presto, oppure dopo il tramonto. Meglio non bagnarle mai a pioggia, ma versare sul terreno, preferibilmente sui bordi.
L'acqua arriverà da sola alla pianta, senza creare uno shock termico come succederebbe invece, innaffiandole direttamente sulle radici.
Parassiti, funghi e muffe sono i vostri peggiori nemici.
Se non volete usare prodotti già pronti, provate una soluzione al bicarbonato e lavate la pianta con uno spruzzino, lasciate agire 5 minuti e poi sciacquate la piante sempre usando uno spruzzino di sola acqua.
Non dimenticate il traffico e le polvere sottili. Le verdure vanno lavate benissimo, con bicarbonato di sodio. Un piccolo trucco: coprite le piante con tessuto non tessuto (TNT) che terrà lontane le polvere sottili, facendo filtrare invece acqua e raggi solari.
vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL AL SOLE BEAUTY & VITAL 4*
da 115 Euro
HOTEL RESORT VERONZA 3*
da 69 Euro
HOTEL VESPERA 4*
da 149 Euro
HOTEL CARAVEL 4*
da 45 Euro
 

Convenzioni

Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
   
registrati su naturale club