Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Pollici sempre più verdi: 7 consigli per annaffiare le piante in modo green
Natura
Ecologia
Pollici sempre più verdi: 7 consigli per annaffiare le piante in modo green
Lo sapevate che un cittadino italiano utilizza in media 200 litri di acqua al giorno tra usi domestici e giardinaggio? e che il 50% del consumo idrico nazionale è dovuto all'irrigazione?
Sponsor del mese
 
Pollici sempre più verdi: 7 consigli per annaffiare le piante in modo green
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Lo sapevate che un cittadino italiano utilizza in media 200 litri di acqua al giorno tra usi domestici e giardinaggio? e che il 50% del consumo idrico nazionale è dovuto all'irrigazione?

Chi possiede un giardino o un terrazzo può impiegare ogni giorno fino a 15 litri d'acqua per annaffiare piante e fiori. Così, mentre le risorse idriche diminuiscono, gli zeri sulle bollette aumentano facendole diventare sempre più salate.
Fortunatamente vi sono dei piccoli suggerimenti che possono fare la differenza, 7 Iper-consigli pratici per evitare inutili sprechi d'acqua e tingere di blu il vostro pollice verde:

1. Scegliere le piante giuste

La scelta degli esemplari che meglio si adattano al clima locale è il primo modo per limitare gli sprechi.
Oggi, con il fenomeno del Climate Change, una netta distinzione delle zone climatiche non è più così chiara. In ogni caso possiamo ancora ritenerci parte dell’area mediterranea, caratterizzata da inverni miti ed estati calde e secche.
Esemplari quali arbusti, rose, viole, aranci e mandarini, per citarne alcuni, più resistenti a periodi di scarsa piovosità, si riveleranno ideali per il clima di casa nostra e potrete sfruttare le piogge stagionali per mantenere il vostro giardino sempre verde e rigoglioso.
Se agli arbusti preferite le piante ornamentali, invece, sceglietele poco esigenti come le piante grasse, le palme e le rose.

2. Come irrigare al meglio

La scelta degli irrigatori è un altro punto chiave nei consumi.
L'irrigazione "a goccia" o "localizzata" è un metodo che avvantaggia giardino e giardiniere. Il sistema, infatti, è regolabile e prevede l'impiego di valvole, condotte e gocciolatori a seconda del numero di piante e delle esigenze di ciascuna. Così facendo, ridurrete al minimo l'acqua utilizzata.
Per terrazzi e giardini, invece, il sistema migliore è l'irrigazione a micropioggia. Essendo programmabile, può funzionare anche di notte quando i consumi sono minori e le temperature più favorevoli per ottimizzarne gli effetti.

3. Che vaso acquistare

Quando acquistate un vaso ricordatevi che il colore non è scontato.
Preferite le tonalità chiare, capaci di respingere parzialmente le radiazioni del sole preservando l'acqua disponibile per le radici.
Anche l'isolamento del vaso è importante. Prima di mettere il terriccio, prendete del polistirolo sottile o un foglio plastificato isolante e inseritelo lungo il perimetro in modo da limitare al minimo l'evaporazione.

4. Terriccio a prova di siccità

In natura esistono diversi tipi di terricci: argillosi, sabbiosi, calcarei, acidi, alcalini.
Per preservare la pianta dalla calura estiva e ridurre al minimo i consumi, il terreno migliore sarà ricco di materie organiche in grado di trattenere l’acqua a lungo. Questo garantirà alla radice un maggior tempo di assorbimento.
Tra le numerose possibilità, il compost è ideale per climi secchi e temperature elevate e, tra tutti i tipi in commercio, nella formula fai-da-te è anche il più ecologico.

5. Annaffia con la testaIl momento della giornata è molto importante.

Le prime ore del mattino sono le migliori, specialmente nel periodo estivo. Alle prime luci dell'alba , infatti, il terreno è ancora fresco e tutta l'acqua raggiunge le radici.
In estate cercate di evitare le ore più calde del giorno e, strano ma vero, la sera.
Nelle ore serali, infatti, non e indicato annaffiare poichè la bassa temperatura dell'acqua rischia di provocare uno choc termico alle radici ancora roventi.

Annaffiate le piante manualmente? allora accertatevi di far arrivare l'acqua direttamente alla base del fusto senza bagnare fiori e foglie. Questa pratica vi permetterà di ottimizzare il volume di acqua che sicuramente raggiungerà le radici.

E se volete farlo in modo veramente ecologico, i consigli sono tre:
 

Utilizzate l'acqua grigia. E' l'acqua impiegata per lavare o far bollire frutta e verdura, vi basterà raccoglierla in una bacinella e riciclarla.

Raccogliete l'acqua piovana. Armatevi di bacinelle e secchi e un pò di pazienza, la pioggia arriverà.

Recuperate l'acqua di rubinetto. Quella che fate scorrere aspettando che diventi calda, sarà una preziosa risorsa per le vostre belle piante.

6. Disporre le piante con ordine

I fortunati che possiedono un orto o un giardino dovrebbero fare attenzione alla disposizione delle piante. Sistemate le specie affini vicine tra di loro, in questo modo potrete innaffiarle ottimizzando l'impiego di acqua.
Siete amanti del tipico prato all'inglese? Nei periodi estivi ricordatevi di non tagliare l'erba troppo corta. Basteranno pochi centimetri per risparmiare acqua ed energie, perché i centimetri in più tratterranno l'umidità del terreno.

7. Meno acqua in vacanza

Per non perdere le vostre amate piante durante le vacanze estive potete adottare degli ottimi metodi che vi consentiranno di salvarle risparmiando acqua. I sistemi possono essere diversi e molto efficaci.
Se avete piante da appartamento, sistematele in un luogo fresco e poco soleggiato su dei vassoi con della ghiaia o dell'argilla espansa umida.
Nel caso in cui non possiate spostarle da dove sono, mettete un vaso pieno d'acqua accanto alla pianta e, con un laccio da scarpe o uno stoppino, inserite un'estremità nell'acqua e una nella terra. Una buona pratica se le vostre vacanze estive sono relativamente brevi.

Il metodo più comune e collaudato? quello di porre a testa in giù una bottiglia piena d'acqua nel terriccio con il tappo forato. L'acqua uscirà lentamente a seconda del grado di secchezza della terra e voi potrete rilassarvi comodamente sul vostro lettino al sole.

vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL ALPINE MUGON 4*
da 139 Euro
HOTEL AL SOLE BEAUTY & VITAL 4*
da 115 Euro
CORAIL NOIR 3*S
da 1.309 Euro
TOUR DELLE ISOLE EOLIE 4*
da 769 Euro
 

Convenzioni

Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
   
registrati su naturale club