Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Meno energia e più efficienza
Natura
Ecologia
Meno energia e più efficienza
Per dare una mano all’ambiente e alleggerire la bolletta conviene scegliere gli apparecchi di classe A o superiore e preferire le lampade fluorescenti a quelle a incandescenza
Sponsor del mese
 
Meno energia e più efficienza
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Gruppo di famiglia in un interno: la mamma sfaccenda in cucina tra forno a microonde e lavastoviglie, il papà sbriga la posta al computer, i figli giocano con la playstation. Nel frattempo, gli apparecchi tv trasmettono i programmi preferiti da ciascuno, lalavatrice smaltisce il bucato, i cellulari sono tutti in carica. Sono comuni scene di vita domestica quotidiana, difficili da immaginare solo qualche decennio fa.

Negli ultimi trent’anni, infatti, il numero degli elettrodomestici e degli apparecchi elettronici in una casa media è passato da 17 a 47. Una volta c’erano solo il ferro di stiro, la lavatrice e un televisore per tutta la famiglia. Oggi si sono aggiunti congegni di ogni tipo, dalla macchina per fare il caffè alla console di videogiochi, dal telefono cordless agli allarmi. Senza parlare delle tivù, che in una famiglia, spesso, sono almeno due. L’ammontare di energia necessario per far funzionare questa esplosione di apparecchi è enorme: circa il 31 per cento del totale di elettricità consumata in Italia, pari a oltre 3 MWh in media per abitante. Buona parte di questo consumo è dovuto all’impiego di elettrodomestici obsoleti o al loro “cattivo” utilizzo.

Nel luglio scorso, l’Enea ha presentato il rapporto 2008, affrontando temi di impatto ambientale, risorse energetiche, energia e cambiamenti climatici. E se il mix delle fonti energetiche, alternative e convenzionali, è certamente importante, per diminuire i costi e  abbassare i consumi (e dunque anche le emissioni), l’efficienza energetica è lo strumento più decisivo. E se ci stiamo domandando cosa possiamo fare come singoli cittadini in un’epoca di cambiamenti climatici e di crisi energetiche, ecco alcuni consigli per contribuire al benessere ambientale e, nello stesso tempo, contenere gli aumenti in bolletta.

I grandi elettrodomestici: occhio all’etichetta

Coprono almeno l’80 per cento della bolletta, già di per sé un buon motivo per sceglierli bene e imparare a utilizzarli al meglio. Nel caso di un nuovo acquisto, sono da preferire sempre quelli di classe A, cioè a basso consumo.
Sono riconoscibili grazie alla speciale etichetta (resa obbligatoria dalla UE) con 7 frecce colorate che classificano il livello di consumi di ciascun modello. La classe A, di colore verde e più corta (minori consumi), è la classe più efficiente; la classe G, di colore rosso e più lunga (maggiori consumi), è la meno efficiente. Sotto il simbolo che identifica la classe d’efficienza energetica, è riportato il consumo in chilowattora (kWh), riferito a un anno di funzionamento (per i frigoriferi) o per il ciclo di lavaggio (per lavatrici e lavastoviglie).
Se è vero che un elettrodomestico ad alta efficienza energetica costa di più, è anche vero che la differenza viene presto compensata dal risparmio energetico nell’anno. Inoltre, oltre ad alleggerire il bilancio possiamo anche dare una mano concreta all’ambiente.

  • Frigorifero.

    È un acquisto importante, perché assorbe quasi il 25% dell’energia elettrica utilizzata in casa. La normativa ha aggiunto due classi all’etichetta energetica: la classe A+ (consumo inferiore del 25-30% rispetto a quelli di classe A) e la classe A++ (risparmio fino al 50%). Per quanto riguarda l’utilizzo, il frigo non va collocato vicino a fonti di calore (forno e fornelli) e va tenuto aperto solo per il tempo necessario (con un risparmio del 20%). La temperatura va impostata a 5 – 7° C. È importante anche sbrinarlo regolarmente: bastano 3 mm di brina per far aumentare il consumo del 30%. La regola base da seguire è di non inserirvi i cibi caldi che, oltre a riscaldarne l’ambiente interno, fanno consumare maggiore energia per raffreddarlo, e dicontrollare le guarnizioni per evitare dispersioni.
vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL ALPINE MUGON 4*
da 139 Euro
HOTEL LE VILLAGE CAMARGUAIS 3*
da 479 Euro
RESIDENCE BORGO VERDE
da 39 Euro
TOUR DELLE ISOLE EOLIE 4*
da 515 Euro
 

Convenzioni

Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
   
registrati su naturale club