Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
La riscoperta di un tessuto ecologico: l’ortica
Natura
Ecologia
La riscoperta di un tessuto ecologico: l’ortica
I tessuti ricavati dalla lavorazione della fibra dell’ortica sono ipoallergenici ed ecosostenibili....
Sponsor del mese
 
La riscoperta di un tessuto ecologico: l’ortica
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Quando parliamo di ortica è “naturale” pensare ad una pianta urticante da cui bisogna stare alla larga.

Ma l’ortica ha altre e “delicate” proprietà a molti sconosciute: è ottima per creare tessuti assolutamente ecologici e fa bene alla salute se assunta in diverse modalità.

L’utilizzo dell’ortica nel settore tessile rappresenta una grande riscoperta: non è una dimostrazione recente infatti. In passato se ne faceva largo uso, tant’è che migliaia di uniformi dell’armata di Napoleone erano tessute in ortica. Molto più tardi, in Germania, durante le due guerre mondiali, fu utilizzata per fronteggiare la scarsa disponibilità di cotone.

I tessuti ricavati dalla lavorazione della fibra dell’ortica sono ipoallergenici ed ecosostenibili poiché la pianta non ha bisogno di trattamenti chimici per crescere e svilupparsi e l’uso di diserbanti e fitofarmaci è pressoché nullo.

Per ottenere un tessuto dalla fibra dell’ortica, gli steli devono essere macerati in acqua per distruggere le sostanze pectiche che tengono legate tra loro le fibre. Si procede poi alla stigliatura, processo durante il quale vengono separate le fibre dalle altre parti legnose. Infine, si passa alla filatura e alla tessitura.

Dalla fibra dell’ortica si possono ottenere tessuti leggeri o pesanti, freschi per l’estate o caldi come un maglione di lana per l’inverno, dipende dal tipo di lavorazione che viene effettuato.
Il fenomeno della produzione di tessuto ricavato dalla fibra dell’ortica si sta espandendo in buona parte d’Europa. In Germania e Olanda è stato possibile ricostruire l’intera filiera.

Questo successo è stato ottenuto grazie alla tradizione nella lavorazione della fibra di ortica e a condizioni climatiche favorevoli per la crescita delle piante e per la macerazione in campo degli steli. (corriere.it)

In Italia, un interessante progetto di ricerca sugli utilizzi della fibra dell’ortica in campo tessile avviato nel 2007 dall’Istituto di biometeorologia (Ibimet) del Cnr di Firenze è stato interrotto a causa del termine del progetto e quindi alla mancanza di finanziamenti. Ci auguriamo che possa riprendere presto e che le ricerche possano trovare un giusto seguito.

Oltre agli utilizzi in campo tessile, l’ortica è inoltre un’erba ricca di vitamina A, B2, B9, C, K e di sali minerali, in particolare di azoto e ferro, e può essere utilizzata anche come rimedio naturale alla salute poiché favorisce un’azione diuretica, mineralizzante, depurativa ed antiforfora grazie a tisane o impacchi.

Può essere utilizzata in cucina per preparare ottime zuppe. Sempre dall’ortica si estraggono due sostanze coloranti: la clorofilla che viene sfruttata per colorare di verde liquori, cosmetici, medicinali e per tingere tessuti, e dalle radici invece si estrae una sostanza che tinge di giallo.

È evidente che l’ortica non deve essere considerata una semplice pianta urticante ma un bene prezioso ed ecosostenibile.
vedi tutti
cerca
 

Viaggi

SETTEMARICLUB MARPUNTA VILLAGE 3*
da 559 Euro
AGRITURISMO DEI GRIPPI
da 101 Euro
HOTEL PACO 3*
da 119 Euro
HOTEL IL BAMBOLO 3*
da 85 Euro
 

Convenzioni

Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
   
registrati su naturale club