Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
 
Ortoterapia, il verde che fa bene
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Si tratta di una nuova terapia alternativa, capace di migliorare lo stato di salute degli individui, sia da un punto di vista prettamente organico, che psicologico.
La “Horticultural Therapy” ha origini anglosassoni, ma la passione per “l’orto fai da te” sta prendendo piede anche in Italia.

Ma guardiamo da vicino in cosa consiste questa terapia!

Tutto sta nel stimolare il nostro pollice verde attraverso la coltivazione di piante ed ortaggi nel proprio balcone, sul terrazzo o, addirittura, in aree appositamente dedicate a queste attività.
Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università del Texas ha dimostrato che occuparsi di giardinaggio permette di curare alcune patologie come l’ansia, la schizofrenia, la depressione e, in alcuni casi, anche la tossicodipendenza.

Questo effetto benefico è dovuto al fatto che l’ambiente naturale favorisce il rilassamento mentale, mentre la stimolazione del tatto, dell’olfatto e della vista aiutano a ridurre gli stati di ansia. Il giardinaggio, infatti, è un passatempo che coinvolge i sentimenti più profondi: veder crescere le piante, prendersi cura di esse, è un’occupazione che fa crescere la disponibilità verso gli altri e la propria autostima.

Ancora, nei “giardini terapeutici”si trova, o si ritrova, la fiducia nelle proprie capacità di crescere e curare un essere vivente; si sviluppa un metodo di lavoro, che consente di raggiungere un obiettivo; si forniscono nuove motivazioni e nuovi stimoli.

E non è tutto: l’ortoterapia è anche un importante momento per lavorare in gruppo, facilitando la socializzazione tra coloro che ne prendono parte. Proprio per questo motivo è consigliata a tutti coloro che soffrono di , stati paranoici o anche handicap fisici.

Un altro aspetto positivo di questa “terapia verde” consiste nel fatto che richiede uno sforzo fisico, anche se limitato ed è dunque utile nei casi di astenia o nelle convalescenze.
Ma, per far si che la terapia vada a buon fine, è importante che la scelta delle piante da coltivare rifletta i nostri caratteri e i nostri bisogni: in altre parole, la pianta che scegliamo di accudire deve corrispondere ai nostri desideri!

E allora, quali piante possiamo coltivare?

Sul balcone o sul terrazzo di casa si può coltivare quasi tutto: dalle piante aromatiche come il timo e il basilico, agli ortaggi a sviluppo sotterraneo come le patate oppure a quelli rampicanti come i pomodori.

E se non abbiamo uno spazio all’aperto, possiamo sfruttare anche il nostro appartamento, coltivando le erbacee come la melissa o la maggiorana che crescono bene anche senza prendere tanto sole!

D’ora in poi, più piante per tutti! , dimenticavamo un punto fondamentale: questa cura non ha effetti collaterali né controindicazioni!
vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL MENARDI 3*
da 85 Euro
POGGIO ALL' AGNELLO RESORT 3*
da 49 Euro
HELVETIA 3*
da 109 Euro
HOTEL IL PATRIARCA 4*
da 145 Euro
 

Convenzioni

Vineria Tirano
La Vineria Tirano promuove uno stile di vita in cui il consumo sia elemento di socialità,...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
   
registrati su naturale club