Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a NaturaleClub
Facebook Twitter Youtube
 
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Grafologia: chiave per conoscere la personalità
Benessere
Curiosita'
Grafologia: chiave per conoscere la personalità
Attraverso l’analisi della forza impressa scrivendo, dell’altezza e della larghezza delle lettere, la grafologia fornisce importanti indicazioni utili a conoscere la nostra vera personalità...
Sponsor del mese
 
Grafologia: chiave per conoscere la personalità
 
Cerca
COCA-COLA LIFE
 
Cliccasconti
 

I nostri partners

Attraverso l’analisi della forza impressa scrivendo, dell’altezza e della larghezza delle lettere, la grafologia fornisce importanti indicazioni utili a conoscere la nostra vera personalità. Essa è anche utilizzata per riconoscere in ambito giuridico l’autenticità delle firme e la capacità di intendere e volere. Le origini sono molto remote: furono gli antichi filosofi ad intuire come la scrittura rifletta le caratteristiche psicologiche degli individui e a cercare di individuare i rapporti tra psiche e scrittura.

I primi furono i cinesi: il saggio Huo Jo Hsu sosteneva che ”dalla scrittura si può dedurre infallibilmente se lo scrivente sia un nobile o volgare persona”. In occidente Aristotele stesso si interessò dell’analisi della scrittura. Svetonio, importante storico latino, analizzando gli scritti dell’imperatore Augusto, ne trovava la conferma delle doti e delle qualità.

L’analisi non è limitata alla scrittura, ma può anche interessare i disegnini e gli scarabocchi, che ad esempio facciamo telefonando. All’esame del grafologo, la scrittura dà importanti indicazioni sulla nostra personalità. Infatti, la scrittura è una significativa attività, frutto del nostro vissuto psichico, delle capacità di coordinamento e delle conoscenze linguistiche. E’ difficile barare: modificare la scrittura è un’attività molto complessa, che non sfugge all’occhio esperto del grafologo. Fondamentale l’analisi della forza impressa, scrivendo: il segno deciso rivela una personalità forte, mentre una scrittura lieve è indice di insicurezza.

Psicologia della scrittura

E’ un passo in avanti rispetto alla grafologia tradizionale. E’ un vero e proprio metodo scientifico creato dallo (psicologo o psichiatra?) Marco Marchesan, attraverso lo studio sistematico e sperimentale della scrittura dai punti di vista medico e psicanalitico. Tale studio ha permesso la scoperta delle leggi di proiezione dell’inconscio nella scrittura stessa. Per poter misurare con esattezza la profondità dei segni grafici impressi dalla scrittura, si ricorre ad appositi strumenti, quali il grafometro e l’ascendometro, che consentono rilievi numerici, quindi non soggettivi. Il test della scrittura permette di individuare oltre 800 tratti caratterologici. Infatti, la psicologia della scrittura (pds) è riuscita a codificare le particolarità grafiche corrispondenti a precise caratteristiche caratteriologiche. Ha inoltre individuato un “sistema psichico” che decifra il meccanismo per cui i segni della scrittura mostrano determinate caratteristiche psichiche. Diventa così possibile analizzare oggettivamente la psiche nella sua struttura e dinamismo. Occorre un esame globale dello scritto, sia riguardante le idee e i pensieri che esprime, sia l’analisi della grafia. Infatti, l’interesse di chi scrive, superata la prima fase di apprendimento che è concentrata sulla calligrafia, si sposta dall’aspetto formale al contenuto L’atto dello scrivere diventa pertanto un movimento automatizzato e spontaneo, che si realizza al di fuori di un controllo cosciente e volontario, lasciando così trasparire l’inconscio. Inconscio che si esprime attraverso segni analizzabili attraverso la psicologia della scrittura. L’andamento dello scritto: sciolto, veloce, sicuro o impacciato mostra la realtà interiore dello scrivente. Vengono presi in considerazione tre fondamentali aspetti: l’intellettivo, l’affettivo ed il volitivo. Si possono rilevare anche gli stati d’animo di chi scrive: l’attenzione, la fantasia, la memoria, le attitudini e persino la capacità di intuire le intenzioni insidiose del prossimo. E’ utile sia come strumento di autocoscienza, per valutare la compatibilità con il partner, sia per conoscere le attitudini dei figli, al fine di aiutarli nella scelta degli studi. Importante come mezzo di selezione del personale. Fondamentale in sede giudiziaria per valutare l’autenticità degli scritti e la capacità di intendere e volere.

Una curiosità: la scrittura al computer

Anche il computer può rilevare aspetti nascosti della personalità, non solo attraverso i contenuti dello scritto ma anche in base al modo di presentare il testo nella pagina e dalla scelta del carattere tipografico. Chiaramente queste scelte possono essere anche dovute a come si è appreso l’uso del computer, all’abilità nell’usarlo o alle indicazioni che sono state suggerite, in questo caso ovviamente non sono significative. Fatta questa premessa, il carattere Courier è generalmente scelto da persone molto sensibili, il Georgia da persone con note di aggressività.

Per scrivere un curriculum e fare buona impressione è consigliabile il Verdana. Ovviamente al computer, conoscendo la grafologia, è possibile mascherare l’autentica personalità.

vedi tutti
cerca
 

Viaggi

HOTEL MARINETTA 4*
da 185 Euro
HELVETIA 3*
da 109 Euro
HOTEL ALPINE MUGON 4*
da 139 Euro
HOTEL AL SOLE BEAUTY & VITAL 4*
da 115 Euro
 

Convenzioni

B&B Stazzona
L’appartamento è composto da una sala, una cucina, due camere e un bagno. La cucina resterà...
Agriturismo La Peta
Vecchia locanda del 1400, sapientemente ristrutturata, è situata in un'oasi di...
Hotel Terme Metropole Oriental Thermal Spa®
L'oriente nel cuore di Abano Terme Il primo nato del...
Hotel La Residence & Idrokinesis® - Active Thermal Spa
Perfetta unione tra sport, fitness, relax e...
   
registrati su naturale club